Under 13 – Basket LODI vs Basket Team Pizzighettone

Che bello!

Alla fine il giorno è arrivato.

Il giorno della PARTITA.

Non di una partita, ma della PARTITA.

E’ per la PARTITA (quella da scrivere tutta in maiuscolo..) che ci si danna durante gli
allenamenti, che si stringono i denti anche quando l’aria sembra non avere nemmeno lei la forza di
entrare nei polmoni, che non si dorme la notte prima (e nemmeno quella dopo…).

La PARTITA è il motivo per cui si decide di dedicarsi ad uno sport. Nessuno praticherebbe sport se non ci fosse: la
PARTITA… Si finisce di soffrire solo quando si scende in campo. Quando si gioca…e allora, che diamine,giochiamo.
Lodi 11 Marzo 2018, 3° giornata di ritorno del campionato Under 13 Girone Bg Silver 3: Basket
LODI – Basket Team Pizzighettone.
Finalmente si torna sul parquet (si vabbè..) del PalaItis dopo quasi un mese di trasferte. E non è
decisamente un ritorno qualsiasi; è lo scontro tra la prime due della classe.
La tensione del pre-partita (palpabile da entrambe le parti) prova a dissolversi con la prima palla a
due dell’incontro.
Coach Malaraggia vara uno starting-five inedito: Crazy Loris e Micky Mitraglia in cabina di regia,
Marty “The Miss” e Jack Devizzi a fare movimento ed aprire spazi, a chiudere Long Hand Passe
alla ricerca di punti e rimbalzi sotto la plancia.
Primo possesso per i cremonesi in totale completo blu ma primi punti messi a referto dalla “Miss di
S.Bernardo”. Immediata la replica del Basket Team, ma il 2 a 2 iniziale rimarrà l’unico momento
d’equilibrio dell’intero incontro. Tutta la partita, per i cremonesi, si rivelerà un vano rincorrere.
Per il pubblico sugli spalti è immediata la sensazione che per i ragazzi in completo bianco oggi sarà
una grande giornata. Velocità, fluidità di gioco (che nelle ultime uscite si era vista solo a sprazzi) e
solita arcigna difesa consentono al Basket Lodi di prendere fin da subito in mano le redini
dell’incontro. In un amen i lodigiani si ritrovano con pieno merito sul 16 – 4 (6 punti di un ritrovato
Passe, 6 di un ispiratissimo Micky Mitraglia intervallati da una bella marcatura di Crazy Loris).
Altri 4 punti della “Mitraglia di Caviaga” ed un canestro (con annessa standing ovation del pubblico
di casa) di Luigi “The Great Wall of China” chiudono il periodo sul punteggio (impensabile alla
vigilia) di 22 a 8.
Il secondo periodo inizia con un quintetto dall’assetto rodato: Ricky “Faccia d’Angelo” coadiuvato
da Cappo nel ruolo di guardie; là davanti il classico trio in assetto da battaglia: Ivan “The Warrior”,
“Menhit” Nadia e Tommy “The Bomb”.
L’inizio appare stentato ed il Basket Team presenta subito un conto salato: 0 – 9. Coach Malaraggia
capisce la delicatezza del momento e decide di parlarci sopra. Al rientro dal time out fa il suo
ingresso in campo “Sky Hook” Pavi, e quasi immediatamente la musica stonata fin lì suonata dai
bianchi lodigiani torna ad essere la dolce melodia della prima frazione di gioco.
Come sempre accade nei migliori momenti del Basket Lodi tutti gli atleti in campo vanno a referto
(4 Tommy, 4 Pavi, 4 Nadia, 2 Ricky dopo una super penetrazione e 2 di un coriaceo Ivan).
All’intervallo lungo, nonostante gli sforzi profusi, i cremonesi riescono a rosicchiare un solo misero
punto. (39 – 26).
Il 3°periodo rappresenta come sempre la chiave di volta di ogni incontro e la panchina lodigiana
decide di non concedere agli avversari la benché minima speranza di rientrare in partita. Regia che
viaggia nuovamente sull’asse Caviaga – Pieve Fissiraga e trio di lunghi a chiudere ogni varco sotto
canestro (Ivan “The Warrior”, “Menhit” Nadia e Long Hand Passe).
Inizio frazione nuovamente a favore della squadra ospite che forza i ritmi per riportarsi in scia.
Sul – 7, un’azione personale di Micky ed un davvero pregevole canestro mancino (ma va..) di Passe
riportano il vantaggio in doppia cifra. Adesso il Basket Team prova davvero a forzare, ma gli 8
punti (equamente divisi) messi a tabellino da Passe e dal capitano consentono ai bianchi lodigiani di
terminare comunque la terza frazione a + 8 (53 – 45).
All’inizio dell’ultimo periodo di gioco la panchina lodigiana schiera il quintetto che nella giornata
odierna sembra garantire più solidità. Quindi quintetto di partenza immutato rispetto al precedente
periodo con il solo Tommy “The Bomb” (oggi senza “bomb”…) a prendere il posto di Nadia. Come in un meraviglioso deja vu la squadra in maglia bianca ritorna, come nel primo periodo, a
macinare gioco e siglare canestri a ripetizione. Grazie ad un’attenta ed a tratti impenetrabile difesa
supportata da eccellenti percentuali al tiro, i lodigiani scavano un solco tra loro ed i quotati
avversari. Dal + 8 di inizio periodo si passa ad un +11 firmato da Micky; il +12 è firmato da un
prolifico Passe dopo una palla rubata in attacco, +13 dopo un libero (finalmente) centrato da Nadia;
+14 di Ivan che subito diventa un +16 grazie ad una palla rubata di Micky. Un “assurdo”
contropiede di Cappo e l’ennesimo centro del capitano issano il Basket Lodi fino ad un clamoroso
ma meritatissimo +20 (74 – 54). Parafrasando il tennis: game, set, match. Citando invece il grande
(si vabbè..) coach Dan Peterson: mamma butta la pasta…siamo pronti per la cena.
Due bombe negli ultimi 30” rendono solo meno amara la sconfitta della ormai ex capolista.
Al termine dei 40 minuti di gioco il tabellone rende tangibile quello che ad inizio incontro sembrava
poco più di un sogno: Locali 74 – Ospiti 60.
Per chiudere una citazione di “His Airness” che sintetizza alla perfezione la partita odierna e che
dovrebbe forse essere riferita a qualcuno: “ Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di
squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”.
P.S.: Oggi con il talento non si è vinta neppure la partita…
Score.
Micky 25 pt., Passe 16 pt., Ivan, 8 pt., Tommy 6 pt., Nadia 5 pt., Pavi 4 pt. Cappo 2 pt., Loris 2 pt.,
Luigi, 2 pt., Marty 2 pt., Ricky 2 pt.,.

Share Now

Leave us a reply